Salina, mare ed escursioni alle Isole Eolie

Salina è la seconda isola delle Eolie per dimensione e popolazione. Conta 2300 abitanti ed è suddivisa nei tre comuni di Santa Marina, Malfa e Leni. E’ un’isola dal carattere schivo, consigliata a chi cerca tranquillità, genuinità e una vacanza a contatto con la natura. E’ l’isola più verde e montuosa dell’arcipelago eoliano ed è indicata, oltre che per lo splendido mare, per effettuare passeggiate ed escursioni.

NATURA ED ESCURSIONI

Salina era conosciuta dai greci come Didyme, che significa gemella. È infatti tagliata a metà dalla Val di Chiesa che separa i due principali rilievi dell’isola, il Monte dei Porri e il Monte Fossa delle Felci, che sembrano due montagne gemelle. Entrambe rientrano nel parco naturale, caratterizzato da vegetazione rigogliosa, per merito del fertile terreno vulcanico.

Il Monte Fossa delle Felci, in particolare, è il più alto delle Eolie e prende il nome dal manto di felci da cui è avvolto. La riserva nata nel 1984, è disseminata di sentieri ben segnalati che spaziano tra i due monti e la valle di uliveti e vigne. Grazie anche alla presenza di corsi d’acqua, Salina è infatti la più ricca di vegetazione fra le isole Eolie. Qui viene coltivata la vite da cui si ricava la Malvasia di Salina. Altra specialità tipica dell’isola sono i capperi.

Una bella escursione è quella che da Valdichiesa, seguendo i sentieri, conduce sulla cima del Monte Fossa delle Felci, tra boschi di eucalipto, pini e castagni. Il panorama che si può godere dalla cima ripaga ampiamente la fatica della scalata e spaziando fino alle coste della Sicilia e all’Etna.

I CENTRI ABITATI

Sull’isola di Salina meritano di essere visitati anche i tre piccoli e caratteristici paesi: Santa Marina Salina con i suoi affascinanti vicoli silenziosi, Malfa e Leni. A Malfa merita una visita il Museo dell’Emigrazione. Da Leni parte la mulattiera che conduce a Valdichiesa e alla cima di Fossa delle Felci.

LE SPIAGGE DI SALINA

Da Leni, scendendo verso il mare si raggiunge la Rinella, delizioso porticciolo di pescatori con una piccola spiaggia nera. La spiaggia della Pollara, sovrastata da una ripida parete rocciosa, si trova invece sul versante settentrionale, ed è raggiungibile dal paesino di Malfa percorrendo a piedi una suggestiva stradina punteggiata di capperi. La Pollara, considerata tra le più belle spiagge dell’arcipelago, è nota anche per le scene girate nel film Il Postino con Massimo Troisi, ispirato al romanzo Il postino di Neruda di Antonio Skarmeta.

DOVE DORMIRE

Sull’isola vi sono bed & breakfast, hotel e residence, oltre a stanze e appartamenti. Tra le strutture da consigliare segnaliamo il Residence Belvedere a Leni e l’Hotel Residence Arcangelo a Santa Marina.

COME ARRIVARE A SALINA

Per raggiungere Salina occorre imbarcarsi al porto di Milazzo, dove partono i traghetti e gli aliscafi che fanno scalo a Vulcano e Lipari prima di raggiungere Rinella e Santa Marina Salina. Chi arriva in auto da nord può imbarcarsi anche a Napoli. Siremar e Ustica Lines sono le principali compagnie di navigazione che svolgono il servizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *