Viaggio Nel Mondo

Corfù: il Monte Pantokrator e i villaggi dell’entroterra

by Claudio Scaccabarozzi on febbraio 6, 2014

in Grecia

Corfù (Kerkira in greco), la seconda delle Isole Ionie per estensione, la più visitata dell’arcipelago greco che comprende anche Cefalonia, Lefkada, Zante e Citera, è famosa per le sue coste panoramiche e le spiagge, incorniciate dal verde brillante di una terra generosa. Ma l’isola di Corfù offre anche di più. Ecco tre suggerimenti, tre luoghi imperdibili di un entroterra meraviglioso e sorprendente, ricco di bellezze naturali, di storia e di panorami mozzafiato.

Corfù entroterra, Monte PantokratorCorfù, vista sulla costa dell’Albania dal Monte Pantokrator – Yorgos Tsabourakis foto

1. Il Monte Pantokrator e i villaggi

Nel nord-est dell’isola, con i sentieri ben curati e segnalati e i villaggi caratteristici, c’è il monte Pantokrator, la vetta più alta della piccola catena montuosa di Corfù: con i suoi 911 metri, le sue pinete ed i suoi prati verdissimi, è la più viva testimonianza della ricchezza della natura dell’isola, fortemente agricola nelle sue valli e colline. Le passeggiate tra il paese di Spartilas ed il villaggio di Strynilas hanno il respiro della tradizione, raccontano dei ritmi lenti di una vita di campagna tutt’altro che dimenticata dai contadini e dai pastori dei pascoli e dei campi di Corfù. D’obbligo risalire i pendii sino alla vetta, dove sorge il Monastero dell’Onnipotente, costruito in epoca medievale e riedificato nel ‘600. Da qui, il punto più alto dell’isola, su potrà godere di una vista a 360 gradi sull’isola e sulle coste dell’Albania. Davvero uno spettacolo imperdibile.

2. Siti archeologici

Moltissimi sono i monumenti e le vestigia storiche conservate a Corfù nei secoli, che raccontano tanto delle antiche civiltà greche, quanto delle varie dominazioni e culture che si sono succedute sul territorio dell’isola: dal monumento funerario del leggendario medico Menecrate, al castello romano di Kassiopi, fino alla fortezza bizantina di Anghelostrato. Ma il luogo più significativo dell’isola, da un punto di vista storico, è Paleopolis: sito archeologico di grandi dimensioni, immerso nel verde di pinete ed uliveti che accompagnano i visitatori lungo passeggiate tra le moltissime vestigia degli edifici antichi. Si tratta della più antica città di Corfù, tornata alla luce dopo la demolizione della fortezza veneziana. Seguendo il corso delle mura, per lo più ancora intatte, si incontrano il grande teatro all’aperto, dove ancora oggi si tengono rappresentazioni, e rovine di ville ed edifici pubblici. Il tutto all’ombra rinfrescante delle piante e in un’atmosfera silenziosa ed affascinante, poco distante dal capoluogo dell’isola.

3. Tramonto a Corfù: Pelekas e il Kaiser Throne

Sulla sponda opposta alla città di Corfù, sorge Pelekas, un grazioso paesino tradizionale, abbarbicato sui pendii della montagna, con una vista eccezionale. Seduti al tavolo di una delle taverne di questo villaggio, oppure cenando in un ristorantino, con i piatti di carne tipici della gastronomia dell’isola, potrete godere dei migliori panorami e dei più indimenticabili tramonti che Corfù offre ai suoi visitatori. Non è un caso se proprio qui, al termine di una breve scalinata di pietra, sorge tutt’oggi il Kaiser Throne, il Trono del Kaiser; un osservatorio voluto ed edificato nel diciannovesimo secolo da Guglielmo Secondo di Svevia, che aveva scelto Pelekas come suo personale ritiro estivo e luogo di villeggiatura. Una bellezza degna di un re.

Dove dormire

Moltissime le soluzioni per il pernottamento sulll’isola. Albergo tranquillo ed elegante, nel centro della città vecchia, è l’Hotel Siorra Vittoria. Più moderno e vicino alle spiagge di Corfù città è l’Hotel Arion. Moltissimi i residence e i complessi che affittano appartamenti nell’isola, come Marina Apartements e Panorama Hideaway, sulle spiagge di Dassia.

Come arrivare a Corfù

Corfù è servita dall’aeroporto internazionale di Kapodistrias, nei pressi del capoluogo. Easyjet offre voli dall’aeroporto milanese di Malpensa. In alternativa Aegian Airlines collega Milano Malpensa e Roma Fiumicino con l’isola, facendo scalo ad Atene. In traghetto: Superfast e Ventouris Ferries collegano l’isola ed il porto di Bari, mentre Brindisi è servita da Endeavours, European Sealines e Adriatic Ferries. E’ possibile raggiugere Corfù via mare anche da Venezia, grazie a Minoan Lines. Con ANEK Lines è possibile raggiungere Igoumentisa da Ancona, e dunque Corfù.

Voli Corfù. Trova la tariffa più conveniente su Skyscanner
Traghetti Corfù. Trova la compagnia e la tariffa migliore

Leave a Comment

Isole del Mediterraneo.net Copyright © 2014 Viaggio nel Mondo Snc IT07701030962 info@viaggionelmondo.net.